il Laboratorio 2018-05-04T14:16:58+00:00

il laboratorio

Il Laboratorio

Il Social Innovation Lab è una Unità di ricerca fondata nel 2017 in seno al Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università del Salento, con l’idea di analizzare il ruolo del diritto nei processi di innovazione sociale e sviluppo sostenibile.
Primo nel suo genere nell’Italia meridionale, il SI-LAB di UniSalento conta la partecipazione di studiosi ed esperti appartenenti a diverse discipline di area giuridica, economica e sociale.

Diritto, Finanza sostenibile e Innovazione sociale

La crisi economico-finanziaria e le politiche di austerità hanno provocato un rapido declino del sistema di welfare. Come risultato, categorie sempre più ampie di persone incontrano difficoltà nell’accesso a servizi che soddisfano fondamentali bisogni sociali e le medesime istanze fondate sulla garanzia dei diritti sociali sono di fatto condizionate alla disponibilità delle necessarie risorse economiche e organizzative. Altrettanto evidente è come lo smantellamento dei servizi dello stato sociale finisca per aggravare il divario tra le aree più ricche del Paese e le Regioni meridionali: come la Puglia, dove la gran parte delle fonti di finanziamento del Terzo settore continua a gravare sulla struttura deficitaria dei bilanci pubblici.

In questo contesto si colloca l’attuale transizione, che il nostro Paese ha avviato con la riforma del Terzo settore e dell’impresa sociale, da un modello di welfare redistributivo, basato sul prelievo fiscale, a un differente modello che aspira a coinvolgere i “capitali pazienti” nel finanziamento dei servizi di interesse generale. Complessivamente, le politiche nazionali ed europee per una crescita sostenibile e inclusiva convergono verso un nuovo paradigma di sviluppo sociale nel quale tutti gli attori della Società del benessere – settore pubblico, organizzazioni non profit, fondazioni, imprese sociali, istituzioni finanziarie, gruppi di cittadinanza attiva, università ed enti di ricerca – collaborano per produrre beni e servizi in modo piú equo, efficace ed efficiente rispetto alle alternative esistenti.

Ciò nondimeno le nuove frontiere della finanza per l’innovazione sociale rappresentano in massima parte oggetti sconosciuti per la scienza giuridica e l’utilizzo dei relativi strumenti, nel nostro sistema, deve fare i conti con l’assenza di una specifica regolamentazione oppure con l’incertezza dovuta a cornici normative inefficienti o inadeguate a valorizzare appieno le potenzialità del fenomeno.

È da qui che prende le mosse il bisogno di uno studio giuridico su quelle innovazioni organizzative e finanziarie che possono accrescere la competitività delle imprese sociali e l’efficacia del sistema di welfare territoriale. In particolare, lo studio in chiave innovativa di modelli e strumenti di social impact finance:

  • abilita la pubblica amministrazione a reperire risorse aggiuntive per sperimentare processi che migliorano la qualità e l’efficacia dei servizi, in tal modo ovviando alle limitazioni imposte dalla contrazione delle risorse finanziarie pubbliche;

  • consente al settore pubblico di trasferire il rischio di fallimento dell’innovazione sociale in capo agli investitori privati, senza sprecare il denaro dei contribuenti in programmi inutili o inefficaci;

  • dischiude alle organizzazioni del Terzo settore un bacino di canali di finanziamento più ampio rispetto a quello tradizionale (costituito dal credito bancario, dai finanziamenti pubblici e dal novero, per sua natura occasionale, delle donazioni private);

  • risponde in modo più efficace ed efficiente alla domanda di sicurezza sociale, giacché l’investimento in prevenzione viene spesso sacrificato in una logica emergenziale che a sua volta si traduce in maggiori costi per interventi di tipo successivo e riparatorio.

I risultati scientifici della ricerca sono suscettibili di valorizzazione in chiave di iniziative e progetti di Terza missione che coinvolgono direttamente l’Università del Salento, secondo una filosofia di impiego delle risorse destinate alla ricerca che persegue consapevolmente la produzione di un duplice impatto positivo: fuori e dentro il sistema universitario.

Partecipa al convegno

ISCRIVITI ORA

Scarica il programma

SCARICA ORA